Nei casi di azoospermia (assenza di spermatozoi nell’eiaculato) o di severa criptozoospermia (concentrazione molto ridotta di spermatozoi), è possibile ricorrere ad interventi di prelievo chirurgico di spermatozoi dal testicolo (MESA, TeSE e MicroTeSE).

MESA (Aspirazione Microchirurgica degli Spermatozoi dall’Epididimo) 

TESE (Estrazione Testicolare degli Spermatozoi)

MicroTESE (Estrazione Testicolare degli Spermatozoi con l’ausilio di un microscopio)

La scelta della tecnica da attuare dipende dalla causa che provoca azoospermia e dallo stato di salute del paziente. In tutti i casi, l’urologo procede solamente dopo approfonditi esami genetici, ormonali, sierologici ed ecografici per avere un quadro clinico completo del paziente. 

Gli spermatozoi così recuperati, anche se in numero esiguo, possono essere:

  • utilizzati nella Fecondazione In Vitro (attraverso la tecnica ICSI) degli ovociti recuperati lo stesso giorno durante il pick-up della partner

  • crioconservati: in questo modo vengono resi disponibili per una terapia Fecondazione In Vitro in futuro

La MicroTESE è una tecnica microchirurgica che, grazie all’uso di un microscopio operatore con cui l’uro-andrologo opera a 15-36 ingrandimenti, va a ricercare dentro il testicolo eventuali brevissimi segmenti più dilatati dei tubuli seminiferi che possono ospitare, anche in testicoli di alquanto ridotte dimensioni, focolai di spermatogenesi residua, ove possono cioè annidarsi gruppetti di spermatozoi.